Utilizza il presente form per contattarci

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Fwd: Da domani 1° Giugno "AQUADRO" il film di Stefano Lodovichi su Raicinemachannel

Da domani 1° Giugno su www.raicinemachannel.it in free streaming

 "AQUADRO"

Opera Prima di

Stefano Lodovichi


IL FILM LO SI E' VISTO SEMPRE FREE ONLINE DAL 15 MARZO AL 15 MAGGIO CON CIRCA 10561 CLICK  SUCUBOVISION.IT   


L'Opera ha vinto il Premio Miglior Film Italiano ex-aequo alla XII° Edizione del Riff Festival- Rome Independent Film Festival 2013.

 Menzione Speciale 27° Bolzano Cinema, 2013 Bolzano.

Sarà l'ultimo mese per vedere gratis il film, perché dal 1 luglio andrà a pagamento su i-tunes e di nuovo su cubovision.it.   

L'OPERA RACCONTA LA STORIA D’AMORE

TRA DUE ADOLESCENTI DI OGGI

E IL LORO RAPPORTO CON IL SESSO

VISSUTO ATTRAVERSO I NUOVI MEZZI DI COMUNICAZIONE  

Una delle grandi novità nel mondo del cinema è che i film  ormai vedranno sempre di più il loro futuro in rete, così come è stato per la musica.(vedi l'esempio del geniale regista Larry Clark che è uscito SOLO on line con il suo Marfa Girl dopo aver vinto anche il Premio Miglior Film all'ultimo Festival di Roma).  Per cui, non più solo sale cinematografiche.

AQUADRO, opera prima del regista ventinovenne Stefano Lodovichi, autore con Davide Orsini del soggetto e della sceneggiatura finalista al Premio Solinas Experimenta 2011vincitrice del Premio Mattador 2011-12uscirà il 15 marzo on line su Cubovision(piattaforma web di Telecom Italia) e resterà per un mese in rete fino al 14 Aprile.  

Il film racconta con freschezza e precisione il mondo dei giovani di oggi, il loro rapporto con il sesso e con i nuovi mezzi di comunicazione, a partire da internet e dai videofonini.

La prima volta non si dimentica mai. Soprattutto se il video finisce su internet… Ma perché un giovane adolescente usa la rete per il sesso? Questo film tocca una tematica molto attuale. Il sesso (in questo caso anche una vera storia d'amore) visto come ancora di salvezza in una "terra di nessuno". Il film parla di due adolescenti ma è anche un film per adulti. Oggi sono sempre di più le persone, giovani e meno giovani, che fanno uso di "sesso on line" e preferiscono una realtà sessuale virtuale a quella fisica e carnale tra due persone. È un film, che parla della totale alienazione in cui tutti, giovani e non, sono in parte, intrappolati. Non è solo una storia di sesso, ma una storia d'amore e racconta che alle volte da un gesto che può sembrare innocente, un gioco erotico senza morbosità, si può arrivare a dei finali tragici o quantomeno inaspettati, ma che alla fine l'amore muove ancora i fili del mondo.

SINOSSI:

Non tutte le storie d'amore sono uguali. Quella di Amanda e Alberto, due studenti sedicenni di un liceo artistico di Bolzano, inizia in gita e corre veloce. Alimentata da videochiamate e messaggini, riempie di calore e nuove emozioni una quotidianità fatta di lezioni e allenamenti di hockey. Dietro un'apparente normalità Alberto però nasconde una passione per il mondo del porno amatoriale su web, un mondo fatto di chat erotiche, video e discussioni su forum. Quando Amanda scopre che forse è proprio questa sua dipendenza a rendere complicata la loro intimità, comincia ad assecondarlo, prestandosi a giochi sempre più audaci, fino a farsi filmare mentre fanno l’amore per la prima volta. L’atto che più in assoluto li fa sentire uniti, innamorati, invincibili. Ma quel video, che dovrebbe rimanere il loro segreto, finisce invece su internet e diventa pubblico. La loro intimità è così violata e sporcata dallo sguardo di tutti e si innesca una reazione a catena che mette a dura prova il loro amore. Alla fine la ragazza decide di proteggere Alberto e rimanere al suo fianco nonostante tutto e tutti.

 

Il film è stato girato interamente a Bolzano in 5 settimane ed ha come protagonisti gli esordienti Maria Vittoria Barrella e Lorenzo Colombi e vede la partecipazione di Ilaria Giachi (Freaks! La web tv series più famosa in Italia).

 

Il film è un progetto a micro budget prodotto dalla Mood Film di Tommaso Arrighi con Rai Cinema, con il contributo di BLS-Business Location Südtirol-Alto Adige, con il patrocinio della Città di Bolzano e il sostegno dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano.

 


 

BIOGRAFIA REGISTA

PROFILO PRODUZIONE

 

STEFANO LODOVICHI - regista, sceneggiatore

Nato a Grosseto nel 1983. Nel 2007 si laurea in metodologie del linguaggio cinematografico all'università di Siena e parallelamente lavora su set di vari film in ruoli diversi, cercando di imparare le peculiarità dei singoli reparti. Nel 2009 scrive e gira il cortometraggio DUEDITRE, che partecipa a festival internazionali e vince numerosi premi nazionali. Nel 2011 dirige e scrive con Davide Orsini il documentario breve FIGLI DI DIO, che prende parte al progetto di film partecipato PRANZO DI NATALE, selezionato al Festival Internazionale del Film di Roma nella sezione Extra - l'Altro Cinema/Off Doc. Attivo anche in pubblicità nel 2011 con lo spot EMERGENZA per Avis Milano vince il primo premio del concorso nazionale Movi&co. Nel 2012 dirige il film documentario PASCOLI A BARGA per il centenario della morte di Giovanni Pascoli, e AQUADRO il suo primo lungometraggio di finzione entrambi scritti insieme a Davide Orsini. La sceneggiatura di AQUADRO è stata finalista al Premio Solinas Experimenta.

 

MOOD FILM - produzione

Mood Film è una società di produzione cinematografica indipendente fondata nel 2004 da Tommaso Arrighi, diplomato in produzione al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Mood Film ha prodotto il lungometraggio AQUADRO (2013, HD, 96’, Rai Cinema e BLS) di Stefano Lodovichi, tratto dalla sceneggiatura finalista al Premio Solinas Experimenta 2011 e il documentario storico-biografico HIT THE ROAD, NONNA (2011, HD, 64’) di Duccio Chiarini, presentato alle Giornate degli Autori a Venezia 2011, Menzione Speciale ai Nastri d’Argento 2012, vincitore di 2 festival e di altri 3 premi. Mood Film ha inoltre prodotto 6 cortometraggi: AMMORE di Paolo Sassanelli (2013, HD, 14’), LA CASA DI ESTER di Stefano Chiodini (2012, HD, 15’), LA LEGGE DI JENNIFER di Alessandro Capitani (2012, HD, 11’), UERRA di Paolo Sassanelli (2009, 35mm, 16’), LA PREDA di Francesco Apice (2009, 35mm, 18’) e SOTTO LE FOGLIE di Stefano Chiodini (2005, 35mm, 12’). I sei corti complessivamente hanno raccolto oltre 200 selezioni ufficiali in festival italiani e internazionali e 75 premi incluso il primo premio in 28 festival, la selezione ufficiale in 6 Academy Award qualifying festival, tra cui il Festival di Venezia, la vittoria di 2 Globi d’oro, una candidatura ai David di Donatello e 2 candidature e 3 menzioni speciali ai Nastri d’Argento (SNGCI).

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0